Prosdocom un sito web professional

Fare un sito web aziendale capace realmente di vincere la concorrenza

Tecnologia e linguaggi web, ecco il nostro pane quotidiano.

In base alle vostre esigenze aziendali costruiamo siti web aziendali interattivi con una grafica pubblicitaria  dinamica di tendenza, completamente creata e sviluppata in modo originale, in modo da superare in tutto e per tutto la vostra concorrenza.

Come potete constatare, guardando il nostro sito, uniamo la forza della comunicazione delle immagini con una programmazione di ultima generazione con standard internazionali HTML. Questo permette,con una buona attività di Marketin digitale di consolidare il rapporto con il cliente e di creare una forte interazione con il vostro pubblico, convincendolo di saper mantenere le promesse fatte.
Se vuoi renderti conto di ciò che affermiamo, guarda le testimonianze video.he puoi trovare sul nostro sito web aziendale.
Tutto il nostro sito è scritto di nostro pugno e con il linguaggio più avanzato dello scenario internazionale della programmazione web.

Dimostriamo di saper continuare questa spinta, attraverso un formidabile sistema di vendita e-Commerce, costruito su misura per il tuo prodotto e per le tue esigenze di prezzo.

Noi non dimentichiamo gli aspetti della sicurezza informatica e proteggiamo le tue informazioni sensibili e i dati dei tuoi clienti rendendo allo stesso tempo le loro visite sul tuo sito web un’esperienza coinvolgente e capace di portarti reddito.

Vai e controlla tu stesso la serietà dei nostri patners nella sicurezza delle trasmissioni dei dati e vai sulla nostra Home page.

Portiamo in Rete il tuo sito web attraverso l’eccezionale velocità del nostri robusti servizi di Hosting anche in Cloud.

Siamo Internet Service Commercial Provider. Chiedi la nostra velocità e l’affidabilità del nostro servizio e chiedi da chi lo utilizza già da molto tempo. Guarda i video ed ascolta le testimonianze che troverai sul sito web aziendale.

Tutto ciò lo eseguiamo per voi e lo eroghiamo con potenza e velocità ovunque e dovunque, su tutti dispositivi.

La nostra banda è veloce, immediata; continuamente garantita dall’Alta Affidabilità dei CDN AKAMAI.

Le nostre infrastrutture informatiche, sono sempre aggiornate e sono poste in  due Continenti per garantire la sostenibilità e velocità  di tutti gli apparati. Approfondisci le possibilità. Contattaci adesso .

b_reg_veneto540an

considerazione sui software aziendali

ATTENZIONE AL SOFTWARE CHE SI SCEGLIE
E’ veneto, europeo o americano…

Pensare di voler usufruire, sempre di più dell’industrializzazione dei software aziendali, permette di avere maggiori  servizi e di migliore la qualità ad un prezzo sempre più basso per cui , in generale – si pensa che – il potenziato e l’implementazione  del software industriale  in DCMS (Dynamic Content Management System) specifici  che sono proposti da qualche anno a sta parte e che sono globalizzati dalle Majors dell’informatica  anche in cloud mediante l’esplosione di servizi Internet,  siano davvero vantaggiosi e convenienti per la produzione veneta, ma…

Bisogna sapere che…
Bisogna tenere in considerazione che: erogare, nelle infrastrutture informatiche aziendali venete software industrializzati – per intenderci tipo SAP – non è sempre così conveniente perchè vuol dire consegnare il nostro sapere a tutta l’altra parte d’Italia che vive sull’imprenditoria e l’intraprendenza veneta  e così si finisce per andare di pari passo con lo sviluppo e gli interessi del sistema italiano/europeo che vuole impoverire l’impreditoria regionale a favore degli altri Stati dell’Unione che così prende i nostri  processi industriali e li “condivide” con altre realtà che vogliono espandere il loro benessere a discapito della nostra regione, come:  Germania, Polonia o in altri Paesi concorrenti, anche extra-europei come:  Cina, Romania, Ucraina, India, ecc. ecc…

Pensiamo ad un momento che cosa sta capitando con il vino.
Fino a qualche tempo fa i tedeschi non sapevano neache cosa fosse il prosecco ed ora se andate lungo le sponde del lago di Costanza vedrete distese e distese di ettari di vigne e l’europa cosa ha fatto? Ha imposto il dazio di un euro sulle gabbiette, per fermare la nosta avanzata, ma noi abbiamo messo lo spago e così hanno dovuto considerare di togliere questa tassa iniqua ed ora grazie alla nostra furbizia devono rimangiarsi questa tassa vergognosa.

” E parchè invece non semo boni de far altrettanto quando se discute de software?

Par chè chi dovria saver, no sa cosa se a far – e chi sa – lavora par altri interessi che non son quei vostri e cusita se resta in balia dell’amigo che s’è trovà ben, ma che però ne sa de manco de voi altri e cusita se finise par farse influensar da i tedeschi o da altri che se nascondo da drio a l’italiani, ma che portano avanti le idee del l’europa., che no è le nostre. Ciò digo!”

Secondo noi…
Le nostre aziende hanno bisogno di una maggiore personalizzazione dei percorsi produttivi che devono tenere in giusta considerazione quelle falle di sicurezza che invece, usano i nostri concorrenti che, con una buona conoscenza di causa, si possono risolvere così bene mediante l’installazione di buoni Firewall da cui controllare gli accessi anche nelle attività più avanzate della gestione di questi software  CMR (Control Management Resource) o nella conduzione ERP (Enterprise Resuorce Plannig) delle nostre medie  imprese emergenti che non tengono in sufficiente considerazione la pericolosità degli attacchi informatici silenti come l’attacco R.A.T. o L.E.A.D. che sono molto pericolosi per la sostenibilità della nostra produzione e vendita, sopratutto quando la lista dei potenziali clienti è collegata a gestionali non protetti che – invece – dovrebbero necessariamente creare uno scudo protettivo contro questa concorrenza che, spesso, è sleale sopratutto nel commercio dei prodotti simi ai nostri e che obbligatoriamente per questo si deve saper prevenire questo genere di attacco informatico nascosto e mascherato dietro una più efficiente gestione, per non incorrere nella perdita dei clienti e dei segreti produttivi veneti invidiati dalle aziende di tutto il mondo.

Selfie – Sì, ma con il drone

Facile da utilizzare è economico – Selfly è l’ultima novità in materia di droni aerei. Diffatti, lui è una cover da cellulare ed è stato realizzato per smartphone che vogliono volare per scattare inquadrature mozzafiato.

Costo attuale alla migliore ricerca sul web su circa 150 Euro, ma l’obiettivo è arrivare a breve a  100$ sugli scaffali per il prossimo anno.

Alto circa 1 cm. , il cover-drone può essere incastrato su iPhone 6 e 7 e sue successive; come anche per il Galaxy S6 e S7 , sia normale che Edge – anche per Nexus 6.

L’iSelfly – sembra uguale a AirSelfie (categoria superiore – costo più di 350$) – è più semplice da utilizzare, fotocamera da 8 megapixel, App dedicata, gira video a 1.080 pixel.

Bel regalo per gli appassionati dello scatto speciale!

Pattern Lock violate

Basta un video per “craccare” cellulari e tablet

Le università British e USA contro Pattern Lock

Le università British e USA, affermano che questo sistema di sicurezza è violabile con un semplice video.

Dovete sapere che questo sistema di sicurezza è applicato sul 40% dei cellulari e tablet che utilizzano Android e – difatto –  può essere facilmente violato; come hanno dimostrato gli esperti della Northwest University e delle università britanniche di Bath e Lancaster attraverso un filmato ed un software capace di rivelare i movimenti nel video.

Vediamo come.
Gli ingegneri assicurano che è sufficiente un video girato con un cellulare connesso a questo spy-software per penetrare da remoto nei cellulari delle vittime ignare.
La sequenza di blocco personalizzata viene superata filmando la vittima mentre sta componendo il Pin da una distanza di due metri e mezzo fino ad un massimo di nove metri attraverso qualunque telecamera anche a bassa risoluzione.

Oggi le telecamere di sorveglianza sono ovunque e  la maggior parte dei telefonini permettono una inquadratura ottima anche da molta distanza; se al video si collega un spy-software di elaborazione delle immagini, il movimento delle dita, può essere ricostruito in un attimo e rivelare la sequenza di sblocco dando acesso a tutti i dati di quel telefonino, da remoto.

L’esperimento è stato effettuato su un campione di 120 sequenze differenti create da diversi utenti. Il cyber-raptor è riuscito a ‘craccare’ il 95% dei devices che utilizzano Android. Per assurdo quelle più complesse sono anche le più facili da scavallare perchè hanno un maggior numero di movimenti e quindi un maggior numero di informazioni utili al “raptor” per risolvere le combinazioni di sblocco.

Come difendersi?
I ricercatori, hanno proposto più soluzioni molto complesse, che ora non sto a spiegarvi, ma il mio semplice consiglio è di coprire con l’altra mano il movimento delle dita, come si fa al bancomat. Fino ad ora, il metodo più sicuro.
Fate attenzione nei centri di maggiore concetrazione di persone alle telecamere di sicurezza e non sostate mai sotto quelle per comporre le vostre password, non si sa mai chi c’è dietro o chi può accedere alle registrazioni anche da remoto a quei dati.

ns

Cluster e virtualizzazione

IL CLUSTER

Perché è la migliore alta affidabilità? Cerchiamo di capirne insieme le ragioni. In informatica un cluster, è un’insieme di server connessi tra loro tramite un network (rete aziendale).

Lo scopo di un cluster è quello di distribuire un’elaborazione di calcolo molto potente e veloce tra i vari server componenti la stessa rete aziendale per ottenere il massimo di potenza di calcolo su ogni istanza aperta, rendendo il tutto, incrollabile a qualunque evento accidentale. Per esempio la rottura e la corruzione degli hardware.

In buona sostanza si possono avere due tipologie di rottura hardware: una, immediata; l’altra a perdita irregolare, per cui i dischi rigidi iniziano a non funzionare correttamente e i dati si corrompono in modo imprevedibile e casualmente, a poco a poco. Questo impedisce uno storage preciso dei dati corrotti o commistionati.

L’offerta di soluzioni utili al lavoro si amplia con applicazioni in cloud computing per le aziende e, sono disponibili alla pagina del sito web do Prosdo.com alla pagina servizi ICT. Questi sono di ultima generazione e sono forniti, solo su richiesta specifica del cliente, per potenziare – con modalità del tutto scalabili – le eventuali carenze di calcolo o infrastrutturali dell’azienda, senza incidere eccessivamente sul budget annuale.

Entra in contatto con noi per risolvere insieme le tue problematiche.

attività SEO

SEARCH ENGINE OPTIMIZATION

Questa attività, eseguita dagli sviluppatori Prosdo.com è inclusa nella realizzazione di ogni sito web aziendale di una certa rilevanza, ma si può anche richiederla a parte per ottimizzare i siti web già esistenti o includerla in una più completa attività di restyling del sito web.

bellezze del marketing digitaleLe chiacchiere stanno a zero

Si fa sempre un gran parlare delle attività SEO, ma ci si dimentica di dire che queste attività sono un risultato variabile e difficilmente raggiungibile in modo stabile, per cui – a parte ciò che riguarda il proprio nome a dominio – tutto il resto deve essere mantenuto in concorrenza con tutti gli altri siti web che vogliono avere maggiore visibilità della vostra e cercano di scalare continuamente le prime pagine di Google.

Questo motore di ricerca detiene da sempre il primato delle visibilità su Internet lasciando agli altri concorrenti: pochi, sporadici, primati che non offuscano però minimamente la forza e la visibilità del colosso di Mountain View in California.

Il suo algoritmo è molto complesso e – come vedremo dopo – per superarlo bisogna conoscerlo bene. Noi, siamo tra i pochi che siamo riusciti a farlo, conquistando molte delle più ambite posizioni nel settore delle tecnologie informatiche, riuscendo a mantenere le posizioni nel tempo in modo stabile,  mediante una buona impostazione dell’architettura del sito web ed una robusta scrittura dei codici utilizzati nel realizzarle, tanto da avvalerci del titolo di SEO Guru.

Ecco qui dei alcuni dei risultati ottenuti

il-posizionamento-business-driven-intranet
Posizionamento: “Soluzioni portali business-driven”

il-posizionamento-ICT-softwarehouse
Posizionamento: “Servizi ICT e software-house”

il posizionamento-email-alta-affidabilita
Posizionamento: “Caselle email alta affidabilità”

posizionamento-hosting-altamente-performante
Posizionamento: “hosting altamente performante”

Oggi siamo talmente abili nelle attività SEO che vogliamo svelarvi, attraverso il nostro percorso, il risultato di ciò che abbiamo imparato.

Seguiteci nella tana del lupo…

Cosa disse  il lupo a Cappuccetto Rosso?

La presunzione di potere affermare ai quattro venti che si ha l’abilità di poter portare un sito web al primo posto sul più grande motore di ricerca del mondo, ha portato molti ingenui a credere che questo risultato si possa ottenere soltanto garantendolo a parole sui siti web che Google mette ben in evidenza nei risultati delle sue prime pagine, restituite alla ricerca degli utenti che leggono delle informazioni che ruotano intorno alla parola SEO, e che imparano ciò che credono sia vero, ma la vera conoscenza che si cela dietro il risultato, sta nel capire il modo giusto per controllarlo una volta ottenuto, perché la visibilità sperata non si trasformi nella forza d’acquisizione d’informazioni utili ad un’altro vostro sleale concorrente.

Vi racconto una storia, ma fate attenzione perché è realmente accaduta.

È la mia.

L’insieme di questa combinazione di parole “sito web professionale“, prima che arrivassi in cima alla classifica delle posizioni non paganti della prima pagina di Google, era praticamente coperta da molti inserzionisti che spendevano i loro soldi per avere il massimo della visibilità rispetto ai restanti  che si contendevano i pochi spazi rimasti.

La competizione era al vertice della difficoltà perché la partita dei “non paganti” si giocava esclusivamente tra noi professionisti del settore.

Eppure eccola là, campeggiare in alto, dopo soli due giorni dalla sua pubblicazione nel nostro sito. Praticamente in prima posizione non pagante, se teniamo in considerazione che la prima posizione la possedeva per diritto chi aveva acquistato il nome a dominio composto dalle stesse parole immesse tra il www e il .it di: www.sitowebprofessionale.it.

Una tecnica SEO per assicurasi la prima posizione per diritto aquisito.

Documento del risultato ottenuto:

posizionamento-sito-web-professionale
Posizionamento: “sito web professionale

Il segreto del successo

Dovete sapere che prima di questo strepitoso risultato, avevo passato molte ore insonni a creare uno schema architettonico della pagina HTML5, e lo avevo scritto con un’armonia di parole tenute insieme da un forte legame semantico con un’adiacenza stretta dei nomi di corollario e una pertinenza molto elevata delle parole che ruotavano intorno al concetto “sito web professionale”.

Tutto questo, ero sicuro, mi avrebbe portato ad ottenere l’ambita prima pagina di Google in un settore molto competitivo come quello della promozione dei siti web.

Devo confessarvi che per raggiungerla, avevo anche studiato attentamente l’algoritmo gugoliano nei brevetti depositati alla WIPO.

Avevo saputo di questa cosa in occasione di un mio deposito di brevetto relativo al sistema di creazione e gestione di siti web internazionali.
Il professionista, mi aveva spiegato che tutti i brevetti sono disponibili pubblicamente, ma che la difficoltà stava nel trovarli perché – di solito – i depositanti, differenziano i loro depositi in modo tale da rendere difficile la comprensione del progetto globale che avrebbe potuto interessare un loro eventuale concorrente.

Quindi, dopo molte ricerche, avevo compreso che le varie estensione dell’algoritmo che componevano il progetto globale, creavano un gigantesco sistema cibernetico che sembrava reagire come un vero e proprio organismo vivente.

Un organismo reattivo dunque e, come tale – in parte – sembrava possedere una volontà indipendente anche dai suoi stessi creatori.

Insomma, tutto quel programma era stato costruito dai suoi ideatori per soddisfare, proteggere e potenziare la sua stessa vita e quindi i profitti degli investitori.

La sua crescita era affidata alla pubblicità ed ai soldi che quest’ultima riusciva ad incanalare in modo automatico mettendo in una posizione di risalto tutti coloro che spendevano per avere la visibilità desiderata. Di quella linfa vitale lui si nutriva e questa, gli era portata dai suoi stessi inserzionisti che spingevano e spingono – nel suo enorme “stomaco” – milioni e milioni di dollari ogni giorno, che vengono incassati automaticamente da tutte le parti del mondo.

A quel punto capii, che tutto ciò, doveva essere un bel problema per Google e che per sopravvivere a tutto questo, doveva avere sempre una maggiore attenzione da parte degli utenti a cui doveva far credere mediante professionisti consenzienti del settore che la prima posizione fosse una posizione ambita e che questa – di conseguenza – rappresentasse una promessa di guadagno e di vendita per chi riuscisse a raggiungerla.

A mano a mano che approfondivo questi aspetti più nascosti del sistema, tutto diveniva più chiaro e nitido.

Il sistema di algoritmi svolgeva una funzione sbalorditiva di autopreservazione e, per questo, tutti coloro che volevano conquistare la vetta attraverso i suoi “segreti” senza pagare, diventavano soggetti da indebolire o da utilizzare come strumenti di profitto, ma sempre ben circoscritti dal suo controllo.

Così è (se vi pare)

Ora che vi ho svelato tutto questo penserete che le attività SEO sono inutili e che Google è un tiranno. No! Google è un elemento fondamentale per lo sviluppo di Internet e lui non fa altro che fare bene quello che i sistemi informatici Nex Gen dovrebbero fare. Autopreservarsi da coloro che cercano di utilizzare le loro funzioni in modo creativo. Del resto, questo è proprio quello che fa un ottimizzatore SEO. Un professionista – serio – che cerca di dare maggiore visibilità ai siti web dei clienti in cambio di un compenso.

A questo punto si potrebbe affermare come Pirandello: Così è (se vi pare), ma diversamente bisognerebbe pagare la pubblicità per avere maggiore visibilità sui motori di ricerca e mi sembra che anche questo sia giusto. Se non fosse che: Google e gli altri, devono la loro fortuna a tutti gli utenti di Internet. E, dovendo lui stesso avere per il momento una valenza pubblica, questo è quanto gli spetta! Ma se tanto mi da tanto. Perché ho così poco?!
La risposta è semplice: – Perché non hai ancora ottimizzato il tuo sito con la Prosdo.com®!

In realtà l’ottimizzazione SEO è utile: prima, dopo e durante la pubblicazione di un sito web e non farla vuol dire non avere quella visibilità che serve per aumentare il proprio business. Per cui, per avere ancora maggiori possibilità di ampliare il bacino di acquisizione di potenziali clienti, bisognerebbe avere un Blog collegato al sito.

Ma, per la spiegazione di questo fatto, vi rimando a quest’altra rivelazione che sto per farvi.

Continua…

Torniamo quindi alla nostra storia…
Quel giorno, dopo la creazione di questa benedetta pagina “sito web professionale“, su Google la stessa dopo qualche mese, risultava indebolita.

il Posizionammento-SEO-img4L’algoritmo gugoliano, aveva iniziato ad associare a questa mia posizione tutto ciò che trovava di più scadente nei suoi database e così, dopo un’altro mese, la mia posizione iniziò a scendere, lasciando sempre più spazio a chi scriveva contenuti irrilevanti o addirittura ridicoli rispetto ai miei.
Mi chiedevo il perché, se dappertutto viene menzionato che i contenuti per Google sono importanti.
Forse ci sono due pesi e due misure.
Oppure il sistema operativo tende ad eliminare gli elementi migliori a scapito di elementi controllabili e di scarso valore formativo.
Come dire:-Al contadino non far sapere come buono il cacio con le pere-.

Da pensatore libero ed altruista quale sono, non riuscivo ad accettare il fatto che una macchina riuscisse a vincere un abile giocatore di scacchi.

Così iniziò un lunga partita tra me, Google e tutti gli altri concorrenti, fino a quando, mi stancai e decisi di dare un taglio a tutto questo.

Dovevo creare qualcosa di talmente compatto e solido che doveva sbaragliare ogni concorrenza e per questo doveva essere legato indissolubilmente alle leggi che governano la stessa permanenza di Internet. Per cui dovevo riscrivere un codice racchiuso in una architettura informatica d’avanguardia, ma antica quanto i protocolli Web Service.

Il santo Graal della pubblicazione HTML.

Mi ci vollero sei mesi di durissimo lavoro, ma alla fine creai il Blog:Dottor Site e Mister Web“.

il DottorSiteeMisterWebIl Blog era potentissimo. Capace di scalzare qualunque posizione nello stesso giorno della pubblicazione dell’articolo e, superava in tutto e per tutto, la concorrenza più alta in assoluto nella storia di Internet.

Nemmeno Facebook raggiungeva in prima posizione, queste concorrenze.

Concorrenze-inizio-DMSW
Tanto per farvi capire. Primo su quattro miliardi e trecento quaranta milioni di concorrenze, scalzate via in un istante dopo l’arrivo del Dottore. Un record!
Non credete?

Bisogna dire che qui Google si “arrabbiò” molto e iniziò a fare una forte scrematura dei risultati pertinenti alle parole che componevano il mio nome a dominio “www.dottorsiteemisterweb.com” in tutti i suoi database, ma anche così la concorrenza nei risultati rimaneva ancora altissima.

Sopra i quattro miliardi di risultati superati e vinti.

Tenete presente che di solito in una ricerca su parole che riscuotono un certo interesse da parte degli utenti, le concorrenze possono aggirarsi intorno ai 40 milioni di risultati pertinenti. Ma qui signori. Beh! Qui signori, siamo ben al di sopra dei 4 Miliardi.
Vi rendete conto!
Concorrenze-posizionamento e pubblicita-dopo
Ed io, vincevo ancora sull’algoritmo gugoliano.

Una posizione predominante

Dovete sapere che: più il sito web ottiene una posizione di predominanza sui concorrenti in gioco sulle parole chiave scelte, evidenziate nei risultati delle concorrenze riportate da Google in alto sul contatore (Ricerca) e più questo sito potenzia la visibilità delle pagine che ospiterà dopo il risultato ottenuto.

concorrenze-segnalateIl sito web in questo modo dimostra con la posizione predominante di essere in lizza per una migliore indicizzazione su Google. E questo è molto importante. Il perché lo vedremo dopo questa breve spiegazione tecnica dell’algoritmo …

- Mattone tecnico che vi consiglio di saltare…

Il numero dei risultati è variabile dall’algoritmo e sta a dimostrare la forza di visibilità in Google calcolata nella frazione di tempo più vicina all’istante in cui si risolve nell’elaboratore di calcolo del suo database, la risposta al problema in ragione di una risorsa condivisa nelle variabili collegate alle parole inserite nel cercatore dall’utente che attende la restituzione del migliore risultato adiacente alle probabili soluzioni proposte dal motore di ricerca.

Per i profani non è molto semplice come avvenga tutto ciò, ma per un programmatore è la base della programmazione concorrente IPC (Inter Process Communication) nell’applicazione delle risorse condivise.

- Fine del mattone…

Ora viene il bello

Quindi la forza di un ottimizzatore SEO sta nell’architettura del suo codice che si riflette anche nella possibilità di ottenere buoni risultati per i suoi clienti, avendo conquistato, nei database di Google una sorta di autorevolezza ottenuta grazie ai tanti buoni risultati raggiunti in precedenza.

Per questo, la scelta, dell’architettura del codice è importantissima per il cliente, in quanto definisce una sorta di firma digitale dell’ottimizzatore SEO che dovrà ricostruire il sito web con le giuste soluzioni, se queste sono inappuntabili dal punto di vista della retrocessione nelle Serp di Google.

Più avanti capirete come.

Torniamo a noi.

Dunque, dopo i fantastici risultati raggiunti, anche Google iniziò a giocare pesante e, per indebolire maggiormente la forza del Blog mise come discriminante la “e” che sta nel mezzo del nome a dominio, riuscendo ad intaccare la mia smisurata forza solo un pochino, ma restavo sempre primo su un Miliardo e 500 Milioni di concorrenze.

Concorrenze-ultimo-DSMWGli articoli avevano tutti una visibilità immediata nelle posizioni di rilievo, di Google, Bing e Yahoo! Sempre.
Una dimostrazione di forza inqualificabile di smisurata potenza della magia della mia SEO.

Vediamo alcune dimostrazioni:
risultati-posizionamento-DSMW
- Dalla grande quantità di inserzioni, si capisce subito l’alto valore dato dagli utenti a queste parole chiave. È importante notare come la nostra posizione, superi di ben due risultati il sito di SlideShare, uno dei social network più importanti nel mondo.

- Ma continuiamo la dimostrazione della forza della nostra SEO, con la prova di tutto quello che qui, andiamo ad affermare.

– La prima posizione assoluta del nostro Blog rispetto ad una pagina importante dello stesso sito ufficiale di Google come quella “Contatti” e quella sulla sicurezza della ricerca, raggiungendo un risultato straordinario rispetto allo stesso motore di ricerca.

Noi-Primi-su-GoogleA quel punto avevo deciso che per me era sufficiente.

I miei articoli riscuotevano un notevole successo e restavano sempre in prima pagina anche per più di un anno, portandomi un notevole riscontro di pubblico, risparmiando moltissimo denaro sulla spesa pubblicitaria.

Qui altri risultati ottenuti anche con il sito Prosdo.com:
posizionamento-il-tuo-sitoweb-personale
posizionamento-sito-web-professionale1
posizionamento-sitoweb-personale-e-professionale

Nasce il blog dell’Information Communications Technology

Ottenuti molti altri fantastici risultati, decisi d’interrompere la Star-up del “Dottor Site e Mister Web” a favore di un Blog più ufficiale ed istituzionale, che rispecchiasse maggiormente l’interesse nella sicurezza informatica e nell’ingegneria dei sistemi infrastrutturali di rete quanto nei linguaggi applicati e così nasce questo blog, molto più serio, quasi didattico, ma che permette approfondimenti interessanti che non si trovano facilmente in Rete.
Questo blog ottiene gli stessi importanti risultati come potrete verificare voi stessi qui sotto. Altri li potrete trovare riportati sotto ad ogni articolo.

Posizionamento-InformationCommunicationsTechnology-eu
Come avrete constato la potenza di questo Blog è ancora smisurata quanto la precedente, tanto da superare ancora lo stesso Google nei risultati messi in evidenza nella pagina.

Considerazioni

La Start-up del Dottor Site era nata proprio per vincere una partita a scacchi, uno contro tutti e, per dimostrare a me stesso che potevo essere il migliore.

Oggi penso che l’utilizzo di questa tecnica pubblicitaria sia importante quanto il social marketing o la SEM. Di cui si è scritto molto nella pagina successiva dedicata alla attività SEM nell’ambito dell’e-Commerce.

Devo dire, per onestà intellettuale che: utilizzando le mie tecniche sono riuscito a crearmi un spazio virtuale su Internet importante e, devo aggiungere, che con l’aiuto involontario di Google sono riuscito a realizzare una buona promozione pubblicitaria per i miei servizi e, grazie a molto tempo dedicato allo studio ed alla scrittura dei codici posso dimostrare a me stesso che posso arrivare dove voglio, semplicemente scrivendo un’articolo che parli di quell’argomento sul Blog, Information Communications Technology.eu, attirando intorno a me le attenzioni di un vasto pubblico di utenti che cercano le parole, legate al quell’argomento; aumentando notevolmente i miei riscontri anche grazie a Google ed a altri motori di ricerca, senza dover pagare nessun dazio, dove invece, molti altri pagano per una promessa di vendita.

Avrete orami capito che in questo modo, in breve tempo, il motore di ricerca si garantisce molti altri introiti, utilizzando l’associazione dei molti attori in campo che compongono lo scenario del web, dove rispetto alle concorrenze, ci sono pochi posti a sedere e dove solo pochi hanno il biglietto riservato non pagante.

Come si può avere quel posto a favore?

Arrivò il cacciatore che disse…

In realtà il risultato di ottimizzazione SEO, oltre a quello già detto, si ottiene anche attraverso una continua attenta pratica di controllo e verifica quasi quotidiana di tutti quei fattori che incidono sul risultato e che sono stati prima pensati, poi individuati a tavolino con una strategia di marketing digitale appropriata per il prodotto in vendita.

Segue la scrittura di un robusto codice ed infine una buona ottimizzazione SEO continua della posizione. Dapprima verificata quasi quotidianamente e poi mensilmente, affinché i buoni risultati raggiunti non vengano rovinati da pericolosissime pratiche irregolari di Black Hat SEO che vogliono la vostra posizione e che, in quel caso, deve essere protetta da un’esperta conoscenza delle buone pratiche di contro-attacco informatico. Noi forniamo sicurezza, difesa e contro-attacco informatico volto a distruggere pesantemente tutte le cyber-infrastrutture del nemico. Se ti occorre questo servizio leggi di più su sicurezza informatica.

La capacità di mantenere la posizione è la vera sfida, ed esserne sempre all’altezza è comunque costoso in tempo e denaro, ma permette di risparmiare sulla spesa globale con qualche significativo risultato.

Il lato della medaglia

Bisogna anche accettare il fatto che i motori di ricerca cercano di non egemonizzare i loro risultati perché devono dare spazio a chi spende denari in pubblicità digitale.

Notate quanto, per le grandi aziende appaia vantaggioso utilizzare ed investire sempre anche in attività SEO e questo vi farà capire quanto questo sia vantaggioso arrivare tra le prime pagine di Google.

Impariamo da Microsoft, che pur possedendo un motore di ricerca come Bing, spenda ingenti somme di denaro in SEO e pubblicità su Google per apparire su tutti i risultati pertinenti al suo core business, e questo la dice lunga sulla potenza comunicativa di Google.

Ma la possibilità di apparire con le proprie forze senza spendere è possibile, se legata allo studio ed alle best praticles che i grandi motori di ricerca indicano nei loro spazi formatavi.

Quindi, sia che voi decidiate di investire nel codice e pagare un ottimizzatore SEO o che voi decidiate di investire in SEM. Un tributo al gigante di Mountain View va pagato ed ora anche Bing sta iniziando timidamente a riscontrare qualche piccolo successo da parte degli inserzionisti che però dimostrano di preferire ancora di più YouTube.

Ci sta nella spesa

Vediamo come si possa affrontare questa spesa nel miglior modo possibile senza buttare i soldi nel cestino.
In primo luogo bisogna capire la discriminante dell’algoritmo di Google che porta i siti in prima pagina e questo fa parte del nostro core business
Contattaci ti spiegheremo tutto a voce… E’ il nostro mestiere.

cloud storage

cloud storage

Soluzioni in cloud per Storage e Disaster Recovery

Per non perdere qualcosa di sicuro, bisogna saperlo proteggere, ma questo è ancora meglio se non appesantisce le risorse che servono per la produzione.

L’importanza di poter riavere i propri dati, immediatamente dopo, un evento imprevedibile è più che mai necessario, ma le aziende utilizzano molte risorse del proprio sistema per storare i dati e spesso questo determina un consumo delle risorse per cose che alla fine saranno poco riutilizzate.
cloud-sorage
Di solito all’interno delle strutture aziendali medio grandi, le infrastrutture IT richiedono ingenti somme d’investimento, ma queste, pur essendo all’avanguardia, vanno tuttavia deteriorandosi con un ulteriore costo per la ditta che comunque deve investire in manutenzione annua ed in aggiornamenti di sistema che restano già superati dalle future, immancabili ulteriori seccanti normative che stanno per essere approvate dall’Europa e che impediscono la permanenza dei software gestionali o commerciali che devono essere continuamente tenuti in aggiornamento con continue scocciature contingenti.

Insomma. Un cane che si morde la coda!

Noi vi offriamo la possibilità uscire da questo “loop” e demandare in esterno e con sistemi cloud sicuri.

Attraverso le nostre soluzioni potete avere uno spazio dedicato che può custodire: vecchi documenti, e-mail, progetti in modo semplice con un solo trasferimento copia incolla, così da ottenere un miglior dislocamento delle risorse e massimizzare le vostre potenzialità di calcolo.

La nostra nuvola non è condivisa.  Ad ogniuno di voi viene assegnato un server ad isanze singole con canali protetti in VPN. Solo così avete la sicurezza di dialogo solo con il vostro server.

Potete scegliere tra sistemi operativi MICROSOFT. Consigliati perché lavorano con codice sorgente protetto. O sistemi operativi LINUX di cui si conoscono bene il valore di condivisione delle architetture delle rispettive comunità di sviluppo.  O ancora UNIX sitemi operativi molto rigidi e utili per chi vuol fare della sicurezza informatica un punto importante della sua infrastruttura informatica: banche, aziende private di ciber-security, abienti militari e difesa.

Con il cloud si abbattono costi gestionali, hardware e di manutenzione dei dispositivi, quindi per questo vi proponiamo il Cloud-Storage, Cloud-Backup come anche il Cloud Disaster Recovery con un’offerta di servizi che vi tolgono la preoccupazione della perdita dei dati e risolvono definitivamente ed immediatamente l’evento critico prima del nascere senza dover perdere tempo e denaro senza appesantire la vostra infrastruttura informatica.

I nostri sistemi di cloud computing, consentono senza aggravi di costi futuri se non per quelli dell’effettivo utilizzo delle risorse, di accedere a molti maggiori vantaggi ad un minor costo.

Utilizzabile fin da subito dopo il primo giorno di contratto, senza aggravi ne fermo macchina per la tua struttura, risparmiando tempo e denaro sulle manutenzioni che per voi stanno a zero.

Prosdo.com, offre un’erogazione garantita ai massimi livelli dei servizi con la sue soluzioni in architetture – cloud computing – altamente performanti e convenienti rispetto a quello che si dovrebbe spendere per ottenerli, costruendo, rinnovando o mantenendo, la propria struttura informatica.

I vantaggi del nostro SAN

Prosdo.com ha pensato poi di avvalersi del protocollo SAN (Storage Area Network) che permette di poter storare grandi quantità di dati off-side secondo procedure che garantiscano la privacy, sia nel risparmio che nella scalabilità dell’utilizzo delle nuove potenzialità aggiuntive del cloud, per poter darvi quella serenità di continuità di cui voi avete bisogno per continuare ad utilizzare ciò che conoscete meglio mantenendo tutte le vostre abitudini attraverso la criptazione delle interazioni all’interno del Tape Library in centinaia di cassette storate in modo univoco e protette da un piker o braccio meccanico dotato di lettore ottico in grado di riconoscere la vostra cassetta per mezzo di un codice univoco ad accesso sequenziale, creando il vantaggio di avere l’informazione memorizzata e protetta in modo, univoco e centralizzato fuori da qualunque rischio.

Diamo una garanzia del 100% di stabilità dei sistemi informatici e dei servizi e/o prodotti erogati, garantendovi di rientrare in possesso di tutta la vostra struttura funzionante, immediatamente dopo qualunque evento disastroso.

Garantimo inoltre la conservazione, su richiesta, sino a 30-50 anni di stoccaggio dati in modalità WORM, per memorizzare informazioni che non dovranno più essere modificate su dischi ottici secondo obblighi di Legge, per magazzini informatici di strutture pubbliche come: biblioteche, tribunali o per il settore medico-sanitario ospedaliero per cartelle cliniche dei pazienti con altri file associati come lastre radiografiche, ecografie, scansioni, ecc… ecc.

il mondoweb.jpg

sistema APL (Activity Processor Language)

APL il potenziamento della comunicazione globale

APL La tranquillità tecnologica
Prosdo.com – La tranquillità di una tecnologia che ti aiuta davvero

Il sistema APL (Activity Processor Language), aumenta le potenzialità comunicative dell’azienda e permette di presentare al meglio – in un contesto internazionale – la comunicazione del prodotto.

L’APL è in grado di proporre i prodotti ad essa associati in una modalità polivalente e restituisce una formidabile capacità di comunicazione immediata ad pubblico più vasto ed internazionale che vedono e interagiscono – nello stesso momento – con lo stesso prodotto presentato con immagini, testi e video, in accordo con le loro attese  culturali, attraverso un adattamento automatico dell’immagine pubblicitaria del sito web che si adattata automaticamente ed in tempo reale  anche alle leggi del dispositivo, in quella Area Territoriale del mondo.

In questo modo, tutta la forza contrattuale del sito o dell’e-Commerce è al massimo delle sue potenzialità e riesce ad abbattere ogni barriera di inconprensione. Essendo capace di comunicare il prodotto ad un pubblico internazionale vastissimo senza ostacoli o vincoli contrattuali riducendo istantaneamente le divisoni di un mercato globale ancora molto cotestualizzato e territoriale per culture, disposizioni legali o religiose che impongono dei limiti in base alle impostazioni pre-settate dalle risposte dei motori di ricerca con le modalità accettate da quel Paese o Area Territoriale.

La tecnologia è un nostro Copyright internazionale ed è stato creato per essere perfettamente in grado di dialogare con la persona che lo può utilizzare in una modalità accettabile per lui anche se disabile, (Tecnologie WCAG 2.0).

Tutto ciò è molto utile, nella vendita e in un mondo sempre più globalizzato, ma sempre più diviso da diversità legislative e culturali.

Questa  tecnologia di Mark-Up è fra le poche al mondo che permette di integrare Moduli di programmazione per spunte o accettazione per contratti redatti in modo diverso in un unico sito, in base alle leggi vigenti in quelle Aree Territoriali o Nazioni che hanno politiche restrittive nei confronti del mondo occidentale e permette di avere – come dicevamo – una visualizzazione in un unico sito web aziendale di molti siti web adattati automaticamente in base alle più appropriate modalità grafico-comunicative del momento e più consone ad un pubblico globalizzato, ma diverso per culture e leggi nel mondo.

pirateriainformatica

Il pericolo nella Rete dei DNS

Il dialogo delle informazioni nei Domain Name Server legati al Nome a dominio e alle e-mail sono tutte in chiaro!

La necessità di valutare gli effetti delle cache prodotte dai distributori, sui DNS; è un pericolo per tutti i sistemi annessi. Soprattutto per i siti web con un alto contenuto di immagini,  moduli Form e Newsletter.

Ma da questo elenco, non sono escluse nemmeno le eMail. Scopriamone insieme le ragioni.

Juan F. :- “Stavo seguendo una pista su alcune dinamiche che caratterizzano le utilità dei DNS e dei suoi limiti in caso di scambio delle interfasi di collegamento con il Dominio e l’IP… Quando, lungo il percorso d’investigazione mi accorgo che i DNS delle compagnie di telecomunicazioni non sono protetti e che queste, sono completamente esposte all’ascolto silente dei dati e delle comunicazioni che transitano.

Non vi  è nessuna protezione contro gli accessi indesiderati o l’ascolto occulto in tutte le comunicazioni Internet se non appositamente protette.

Il pericolo, espone ancora di più tutti i dispositivi Mobili.

Anche i Domini dinamici risultano completamente esposti all’ascolto delle comunicazioni e, agli attacchi  di pirati informatici che vogliono scambiare in denaro i dati informatici sottratti.

Purtroppo nessun chiarimento, supporto o informazione viene rilasciato spontaneamente dai fornitori dei servizi, sul pericolo di questi letali attacchi al cuore dei sistemi informatici e delle infrastrutture delle aziende che utilizzano queste reti.

Lo Staff di Prosdo.com è a disposizione per eventuali delucidazioni in merito perché si possano difendere le informazioni commerciali di valore, come: proposte economiche, preventivi, gare di appalto, dialogo di informazioni sensibili, ecc. ecc…

Stiamo sensibilizzando su queste tematiche gli ascoltatori perchè possiamo affermare di aver incontrato poca attenzione da parte di tutti, su queste vulnerabilità così pericolose. Pochi capiscono quanto tutto questo sia importante per conservare il valore delle comunicazioni aziendali.

Tutto è legato all’IP e quindi al DNS e dunque ad un Nome a Dominio e questo alle  e-mail,  al Sito Web, ai Modelli Form di contatto e altro ancora, fino ai Data Base e quindi ai loro dati contenuti – Lista fornitori/clienti – ed ai CMR (Customer Relationship Managementhe) che sono utilizzati giornalmente per condurre il  lavoro e molto altro ancora nelle aziende.
Anche e sopratutto, nelle architetture dei sistemi informatici aziendali mal configurati,  che restano esposti ad un’infinità di altri attacchi silenti.

Le configurazioni semplicistiche sono difficili da gestire in sicurezza secondo standard che impone la nuova Legge emessa nel 2016.
Approfondisci su: Standard sicurezza-informatica .

Posizionamento di questo articolo su Google e consecutiva del 18 novembre 2015

PericoloReteDNS